TAFISA EUROPEAN SPORT FOR ALL GAMES 2022

0

MEETING PERUGIA, 11-12 FEBBRAIO 2019

Dopo la positiva esperienza della partecipazione al progetto di creazione della piattaforma europea di giochi e sport tradizionali (Capofila TAFISA) e della prima edizione del Festival Europeo svoltasi con successo nei Paesi Bassi nell’agosto 2018 ed alla quale la FIGeST ha partecipato con una ricca delegazione, si presenta ora la possibilità di candidare la nostra Federazione per ospitare la seconda edizione dell’evento.

Per capire i concetti fondamentali del piano organizzativo e se ci siano le concrete possibilità per organizzare in Italia questa grande manifestazione la FIGeST ha ospitato in questi 2 giorni a Perugia i rappresentanti TAFISA, il Segretario Generale Wolfgang Baumann e lo Junior Director Jean-Francois Laurent, persone di alta professionalità ed esperienza nell’ambito TAFISA, della Progettazione Europea  e della promozione e diffusione dello sport per tutti e dei vari aspetti, sportivi e non, del mondo degli sport tradizionali (conservazione delle tradizioni, cultura, salute, divertimento, rapporti con Enti e Organismi internazionali tra cui UNESCO, ecc…).

La FIGeST ha ospitato il meeting presso la sala riunioni del Coni Umbria, rappresentato per l’occasione dal Presidente del Comitato, Gen. Domenico Ignozza, la più alta carica dello sport della Regione.

Al meeting hanno partecipato in rappresentanza della FIGeST il Presidente Federale Dr. Enzo Casadidio, il Segretario Generale Sergio Manganelli con la Segreteria al completo (Katia Di Nardo e Giancarlo Pagiotti), il Consigliere Federale Sergio Pazzaglia ed il Delegato Regionale Umbria Giuseppe Merli. Ringraziamo per il supporto linguistico Elisa Ercolanelli amica della FIGeST e persona di alta professionalità che ha trasformato questo incontro in lingua straniera nella cosa più naturale possibile.

Tanti sono stati gli argomenti trattati in riferimento alla questione GIOCHI EUROPEI TAFISA 2022 e molto fruttuoso si è rivelato l’incontro, sia perché i rappresentanti della TAFISA hanno illustrato le varie possibilità per l’ottenimento di finanziamenti europei a supporto della manifestazione, sia per la grande propensione dell’Italia, data la sua ricchezza di tradizioni storiche, artistiche e culturali, a rappresentare un fertile terreno da cui prendere spunto per una tale iniziativa.

Prendendo come riferimento la prima edizione, trampolino di lancio per la giovane manifestazione, il confronto è partito dalla valutazione della possibile location, per centralità, comodità, ricchezza storica e culturale. A tal riguardo è stato chiarissimo lo stupore dei rappresentanti TAFISA quando, alla vista del centro storico di Perugia, sono rimasti letteralmente “a bocca aperta” di fronte alla maestosità dell’architettura storica di Corso Vannucci che ben si presta ad ospitare una cerimonia importante.

La TAFISA ha rimarcato la piena disponibilità al supporto costante in tutte le fasi (dalla domanda di candidatura alla fase organizzativa, se venisse selezionata la proposta FIGeST in occasione del Congresso mondiale di novembre a Tokyo) attraverso la professionalità del proprio staff e creando i contatti con i vari partner europei.

E’ stata abbozzata la road map che servirà come traccia per i primi passi da seguire affinché la FIGeST possa buttarsi (dopo l’esperienza del progetto Games.Net) in questa nuova e più grande avventura.

La TAFISA ha sottolineato che la FIGeST, per la sua natura di organizzazione sportiva riconosciuta dal CONI (cosa non comune nell’ambiente dei Giochi e Sport Tradizionali) e per la sua pluriennale esperienza nel settore della promozione e diffusione dei suoi numerosi giochi e sport tradizionali (l’Italia è considerata a riguardo un ricchissimo calderone di tradizioni sportive e non) sia da considerarsi “ideale” per trasformarsi in piattaforma di lancio per il raggiungimento degli obiettivi condivisi con tantissime altre organizzazioni di tutto il mondo, vale a dire la promozione dei Giochi e Sport Tradizionali per:

  1. conservare e tramandare il patrimonio di tradizioni (rafforzando l’identità nazionale)
  2. condivisione e scambi delle tradizioni e delle buone pratiche con altri Paesi
  3. salute, benessere e divertimento derivanti dalla pratica di questi sport che avvicinano anche coloro che per motivi di età non sono più in grado di praticare sport a livelli più alti (gli sport tradizionali si prestano ad una maggiore flessibilità rispetto agli sport che devono sottostare ai dettami olimpici).

Il Segretario Generale Wolfgang Baumann e lo Junior Director Jean-Francois Laurent, hanno manifestato grande e profonda gratitudine per l’ospitalità ricevuta a Perugia in questi due giorni ed hanno detto di aver percepito uno spirito di squadra e di affiatamento nello staff FIGeST presente per l’occasione; anche la FIGeST è stata soddisfatta dell’incontro: due persone davvero competenti ed eccezionali anche dal punto di vista umano!

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

 

 

 

 

Share.

Leave A Reply