COMUNICATI STAMPA UNVS: N.12-13/2020

0

 

COMUNICATO N.13

FONDAMENTALE L’ATTIVITA’ FISICA: DOCUMENTO UNVS DI PIREDDA

In tempi di corona virus e del grave limite di dover trascorrere molto tempo fra le mura domestiche, diventa importante mantenere comunque una condizione psico-fisica accettabile. Un comportamento di vita fondamentale. In questa direzione è andato il prezioso contributo offerto dal professor Pasquale Piredda, responsabile della Commissione Formazione dei Veterani dello Sport. Nel suo documento da leggere nei dettagli, Piredda ha inizialmente evidenziato tutte le problematiche patologiche registrate nei soggetti inattivi, che si estendono dal corpo alla psiche. Un binomio che statisticamente eleva percentualmente le cause di morte. Del resto i vari studi effettuati, hanno dimostrato che l’uomo ha assoluto bisogno di muoversi e che lo sviluppo anche del cervello è conseguente all’attività svolta. Il movimento, messo a dura prova da un modus vivendi basato su comodità, sconosciute in passato, assume di fatto anche il ruolo di autentico carburante cognitivo. Conseguentemente reattività apprendimento e ragionamento, ne escono rafforzati rispetto a chi sceglie una vita statica che favorisce ansie e depressione. Secondo l’OMS, l’Organizzazione Mondiale della Sanità, i bambini necessitano di un impegno fisico-aerobico di circa un’ora al giorno. I benefici del moto riguardano comunque tutte le fasce d’età, dimezzando notevolmente il rischio di demenza senile e ictus. In conclusione quindi, l’attività fisica è basilare per mantenersi giovani.

I VETERANI SI RACCONTANO AL TEMPO DEL CORONA VIRUS

I Veterani al tempo del Covid-19. E’ questa l’iniziativa recentemente lanciata dall’Unione, che, al palo ogni attività a causa dell’emergenza, porterà un contributo, essendo costituita da uomini di sport, in termine di racconti e storie da donare alle persone che un giorno guarderanno indietro per conoscere frammenti di vita che i Veterani lasceranno in un periodo caratterizzato da un evento epocale. 

ANCHE L’UNVS PIANGE FRANCO LAURO

Recentemente il mondo sportivo e dei media ha pianto per la perdita di un grande e apprezzato giornalista: Franco Lauro. Un collega che ha saputo integrare perfettamente riconosciute capacità professionali a forte sensibilità umana. Come non dimenticare, infatti il suo consueto saluto a malati e anziani in ascolto durante la popolare conduzione della trasmissione di 90 minuto? Spesso sono i piccoli gesti a fare grandi le persone. Nato in veste di speaker con il basket, nel tempo si è allargato anche ad altre discipline sportive, perchè Lauro era un giornalista molto preparato, e i Veterani dello Sport lo sapevano bene, tanto è vero che lo premiarono nell’ormai lontano 2008. L’occasione venne offerta da Sport e Civiltà di Parma, l’evento clou dell’associazione che annualmente assegna riconoscimenti a personaggi di spicco nel mondo dello sport, del giornalismo e dell’imprenditoria legata alla sport. Nella circostanza venne intervistato dal collega Massimo De Luca che evidenziò i suoi tratti di persona rigorosa e corretta. In quell’occasione erano stati premiati anche altri noti personaggi come Buffon, Collina e Ballan, e alla fine dellLauro, gentile e disponibile come sempre, si era fermato a parlare con tutti quelli che volevano interagire con lui. 

FACCHETTI ATTORE E TESSERATO UNVS

Gianfelice Facchetti, attore e figlio di Giacinto Magno (così lo soprannominò Gianni Brera) capitano dell’Inter e della Nazionale, nonché tesserato per la sezione UNVS di La Spezia presieduta da Piero Lorenzelli, è intervenuto con un monologo dedicato agli anziani. Ha così voluto onorare la memoria dei tanti scomparsi a causa del Covid-19, un’intera generazione che aveva costruito il paese, uscendo dalle macerie e dai lutti della seconda guerra mondiale. 

IL COVID-19 COLPISCE DURAMENTE ANCHE L’UNVS

Continua il momento difficile e di sofferenza per i Veterani dello Sport. La sezione di Parma, presieduta da Corrado Cavazzini, ha infatti accusato nei giorni scorsi la perdita di 5 tesserati a causa del Covid-19. Si tratta di Vinicio Vannucchi, uno dei soci fondatori della sezione emiliana, Luigi Sirchio ex rugbista, Angelo Gnudi endocrinologo e un tempo giocatore di volley, e infine Ivo Cocconi ed Ermes Foglia, entrambi noti ex calciatori del Parma. Cocconi era considerato una sorta di istituzione del club crociato, avendo collezionato un numero di presenze sui campi di gioco inferiore soltanto ad Alessandro Lucarelli ed Ermes Polli. Foglia, espressione dell’azionariato diffuso, è stato presidente del sodalizio negli anni ’60. Ai loro cari si stringe in un abbraccio di solidarietà tutto il mondo UNVS.

L’UNVS SI ATTIVA SUL COVID-19 CON AGGIORNAMENTI E NOTIZIE

Importante iniziativa dei Veterani dello Sport. Data l’attuale situazione di grave difficoltà creata dal Covid-19, è stata aperta una sezione dedicata a notizie, aggiornamenti e informazioni inerenti all’emergenza sanitaria in corso e alla propria attività. L’indirizzo di riferimento è il seguente:

https://ilveteranodellosport.wordpress.com/speciale-covid-19/ Per rimanere costantemente aggiornati, è possibile attivare le notizie sulla casella di posta elettronica grazie all’apposita iscrizione. Ad ogni nuova notizia verrà ricevuta sulla e-mail un avviso. Per attivare le notifiche, la procedura prevede di andare sull’indirizzo suddetto scorrendo la pagina fino in fondo e inserendo la e-mail personale nell’apposito spazio e infine premendo il pulsante “iscriviti”. Per qualsiasi informazione è inoltre possibile rivolgersi a ufficiostampa@unvs.it. Si rammenta infine che tutte le attività dei Veterani dello Sport sono sospese fino alla data del 3 aprile prossimo, nel pieno rispetto dei provvedimenti emanati dalle Autorità Governative decise in seguito alla situazione emergenziale causata dal corona virus.

COMUNICATO N.12

L’UNVS DI BRA, SASSUOLO E MODENA SOLIDALI ANTI COVID-19

Anche la sezione dei Veterani dello Sport di Bra presieduta da Paola Ballocco, con il Consiglio Direttivo e il braidese Gianfranco Vergnano vicepresidente vicario nazionale dell’UNVS, è scesa in campo per offrire il proprio contributo di solidarietà nella lotta contro il Covid-19. E’ stata infatti avviata una raccolta fondi sostenuta con grande ed entusiastico slancio fin da subito, per l’acquisto di DPI, cioè materiale sanitario (mascherine, guanti idonei). In Emilia invece, due sezioni, quelle di Sassuolo e di Modena, presiedute rispettivamente da Bruno Iotti e Paolo Nannini, hanno condiviso un comune progetto di solidarietà, attraverso una donazione ai rispettivi ospedali cittadini, con il plauso del delegato regionale UNVS Franco Bulgarelli.

L’IMPEGNO SPORTIVO SECONDO PIREDDA, PREZIOSO DOCUMENTO UNVS

Il professor Pasquale Piredda, responsabile della Commissione Formazione dei Veterani allo Sport, ha recentemente fornito un prezioso contributo che sarà oggetto di conoscenza e discussione nell’ambiente scolastico in un prossimo futuro. In particolare nel suo elaborato, Piredda ha messo in evidenza la configurazione dell’impegno sportivo come confronto con sé stessi, gli altri e la natura. Tematiche che vengano ampiamente sviscerate in ogni aspetto, costituendo un importante documento in linea con la funzione etica e comportamentale nell’ambito sportivo che l’UNVS intende promuovere, sopèrattutto verso il mondo giovanile ai fini di una sana educazione fisica, mentale e civica.

L’UNVS TOSCANA GIA’ ATTIVA PER LA PROSSIMA FIRENZE-PISTOIA

E’ la prima corsa in linea disputata in Italia. Si tratta della Firenze-Pistoia che si svolse nel 1870 sulla distanza di 33 chilometri. Oltre agli italiani, a quella manifestazione organizzata dal Veloce Club di Firenze, parteciparono anche ciclisti belgi, francesi e un americano che risultò vincente. Rynner Van Heste, di appena 15anni, percorse il tragitto in 2h15′ tagliando il traguardo in perfetta solitudine. Dopo varie edizioni, la gara, sospesa per molti anni, venne ripresa nel 1985 nella formula di una cronometro professionistica, registrando, tra gli altri, i successi di campioni del calibro di Francesco Casagrande, Tony Rominger, Maurizio Fondriest e Marco Fincato. Quest’ultimo, in quella circostanza, era il 1996, conquistò anche il titolo italiano della specialità. Dopo aver festeggiato lo scorso 2 febbraio l’anniversario dei 150 anni dal debutto, la corsa è già stata messa in cantiere anche per il 2021. In particolare l’UNVS toscana guidata dal delegato regionale Paolo Allegretti, è impegnata fin d’ora nell’organizzazione della prossima edizione. Saranno al via numerosi gruppi di ciclisti con abiti e mezzi rigorosamente d’epoca. Renderanno degna cornice all’avvenimento, numerosi eventi collaterali, tra cui mostre di bici storiche e dei mestieri provenienti dal Museo del Ciclismo, e convegni sulla corsa, sul doping e tematiche di attualità legate anche al mondo professionistico della due ruote.

IL MESSAGGIO PASQUALE DEL PRESIDENTE SCOTTI NELL’ERA COVID-19

Distanti, ma vicini. Nel messaggio di auguri pasquali al mondo UNVS, il presidente nazionale dei Veterani dello Sport Alberto Scotti, ha inteso anche ricordare: “Il difficile periodo dell’emergenza con lutti ed isolamento, ma contemporaneamente la riscoperta di valori essenziali e la fiducia di superare drammi e paure per andare verso una nuova stagione che consenta di apprezzare più di prima ciò che abbiamo”. In attesa di poter effettuare l’Assemblea Nazionale, Scotti ha concluso affermando di: “Attendere fortemente il momento dell’incontro con tutti i soci dell’Unione impegnati, come sempre nei campi sportivi, negli eventi e nelle ricorrenze che caratterizzano l’intensa attività dell’Associazione”. 

GRAVI LUTTI IN CASA UNVS

L’ultimo periodo si è caratterizzato con tanti lutti in casa UNVS. In Romagna è scomparso Paolo Vitali. A Brescia è mancato Gianfranco Cunego, fratello del presidente della sezione Alberto. Asti accusa invece la perdita di Michele Serra, il socio più anziano della sezione presieduta da Giorgio Bassignana, già ex presidente del Coni provinciale e attivamente impegnato a rilanciare lo sport astigiano dopo la tremenda alluvione che sconvolse la zona qualche tempo fa. Infine, pesante scomparsa anche per la sezione dei Veterani dello Sport di Treviso presieduta da Achille Sogliani, per l’addio di Benvenuto Pasqualini. Podista inossidabile, ancora un anno fa Pasqualini, ormai 85enne, conquistò il titolo regionale dei master. In precedenza, forte di ben 35 anni di attività, vinse 5 anni or sono a Grosseto gli europei nei 10 chilometri di corsa individuali, a squadre e nella staffetta del cross. Infine, diciassette complessivamente, i titoli tricolori master ottenuti in carriera da Pasqualini.

L’UNVS SI ATTIVA SUL COVID-19 CON AGGIORNAMENTI E NOTIZIE

Prosegue l’importante iniziativa dei Veterani dello Sport. Data l’attuale situazione di grave difficoltà creata dal covid 19, continua la sezione dedicata a notizie, aggiornamenti e informazioni inerenti all’emergenza sanitaria in corso e alla propria attività. L’indirizzo di riferimento è il seguente:

https://ilveteranodellosport.wordpress.com/speciale-covid-19/ Per rimanere costantemente aggiornati, è possibile attivare le notizie sulla casella di posta elettronica grazie all’apposita iscrizione. Ad ogni nuova notizia verrà ricevuta sulla e-mail un avviso. Per attivare le notifiche, la procedura prevede di andare sull’indirizzo suddetto scorrendo la pagina fino in fondo e inserendo la e-mail personale nell’apposito spazio e infine premendo il pulsante “iscriviti”. Per qualsiasi informazione è inoltre possibile rivolgersi a ufficiostampa@unvs.it. Si rammenta infine che tutte le attività dei Veterani dello Sport sono sospese fino alla data del 3 maggio, nel pieno rispetto dei provvedimenti emanati dalle Autorità Governative decise in seguito alla situazione emergenziale causata dal corona virus. 

Paolo Buranello

Addetto Stampa Nazionale

Unione Nazionale Veterani dello Sport

Share.

Leave A Reply